Mar 23

Mobilità 2016, il Miur dovrà rendere noto l’algoritmo

Il Tar Lazio dà ragione a Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola e Snals Confsal che insieme avevano presentato ricorso contro il Miur per non aver fornito gli atti da cui poter desumere la procedura (l’algoritmo) in base alla quale sono state effettuate le operazioni di mobilità dei docenti per l’anno scolastico 2016/17. I giudici amministrativi hanno ordinato al Miur di rilasciare alle organizzazioni sindacali ricorrenti “copia dei cd. codici sorgente del software dell’algoritmo di gestione della procedura della mobilità dei docenti per l’a.s. 2016/2017 di cui all’O.M. M.I.U.R. n. 241 del 2016 nel termine di 30 (trenta) giorni decorrenti dalla notifica a cura di parte”.
I segretari generali di Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil scuola e Snals Confsal esprimono grande soddisfazione per la vittoria riportata sul piano legale. “È questo un primo risultato positivo della battaglia che abbiamo portato avanti per fare piena luce sull’applicazione errata del Ccni sulla mobilità. Finalmente si apre una strada di verità che potrebbe rendere giustizia a migliaia di docenti, vittime incolpevoli degli errori dell’amministrazione”

Mar 21

Visite ai musei, ecco il modello per l’ingresso gratuito docenti

Segnaliamo che con decreto n. 111 del 14 aprile 2016 è stata introdotta una modifica al comma 3, del decreto n. 507 dell’11 dicembre 1997, relativa all’istituzione del biglietto d’ingresso gratuito ai musei, gallerie, scavi di antichità, parchi e giardini monumentali “ … al personale docente della scuola, di ruolo o con contratto a termine, dietro esibizione di idonea attestazione rilasciata dalle Istituzioni scolastiche, senza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica, sul modello predisposto dal Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca”. Di seguito pubblichiamo la nota del MIUR,  prot. 12045, con l’allegato modello di certificazione che deve essere rilasciato al personale docente di ruolo o con contratto a T.D.,  a cura della  scuola di servizio per poter usufruire dell’agevolazione.

Mar 01

Concorso 24 mesi Ata: bandi entro il 20 marzo

Pubblichiamo la nota prot. 8654 del 28 febbraio 2017 con la quale il MIUR invita gli USR ad indire i concorsi per soli titoli per i profili professionali del personale ATA dell’area A e B, ai sensi dell’art. 554 del decreto legislativo n. 297/1994 e dell’O.M. 23.02.2009, n. 21.

Modelli di domanda:
• allegati B1, B2, F e H dovranno essere inviati con modalità cartacea mediante raccomandata A/R ovvero consegnati a mano ovvero mediante PEC, all’Ambito Territoriale della provincia d’interesse entro i termini previsti dal relativo bando;
• allegato G per la scelta delle sedi delle istituzioni scolastiche dpvrà essere inviato esclusivamente tramite le istanze on-line, (modalità , tempi specifici della procedura on-line verranno comunicati con nota successiva)

Le dichiarazioni concernenti i titoli di riserva, i titoli di preferenza limitatamente alle lettere M, N, O, R e S nonché le dichiarazioni concernenti l’attribuzione della priorità nella scelta della sede di cui agli artt. 21 e 33, commi 5, 6 e 7 della legge n. 104/1992 devono essere necessariamente riformulate dai candidati che presentino domanda di aggiornamento della graduatoria permanente, in quanto trattasi di situazioni che, se non riconfermate, si intendono non più possedute.

Si ricorda che è prevista l’apposita compilazione dell’allegato H per il personale che intende usufruire dei benefici dell’art. 21 e dell’art. 33, commi 5, 6 e 7 della legge n. 104/1992 è integrativo e non sostitutivo della dichiarazione a tal fine resa dal candidato nei moduli domanda B1 e B2.

Gli USR dovranno pubblicare i bandi entro il 20 marzo 2017.

Feb 28

Part time, domande entro il 15 marzo

Come ogni anno, entro il 15 marzo, il personale docente, educativo ed Ata, ad eccezione dei Direttori dei Servizi Generali Amministrativi, può presentare l’istanza per la trasformazione del rapporto di lavoro da tempo pieno a tempo parziale o per il rientro da tempo parziale a tempo pieno.

 

I singoli Ambiti Territoriali  pubblicano specifici modelli utili ai fini della presentazione delle istanze di part-time, con l’annuale apposita comunicazione inviata alle istituzioni scolastiche.

 

Hanno titolo a chiedere detta trasformazione:

 

  • i docenti delle scuole di ogni ordine e grado;
  • il personale educativo;
  • il personale a.t.a., con esclusione dei DSGA;
  • il personale utilizzato in altri compiti per motivi di salute.
Il contratto di part-time avrà decorrenza dal 1° settembre 2017. Il contratto dura, di norma, due anni scolastici.
Al termine del biennio, in assenza di diversa comunicazione da parte dell’interessato, il part-time si intende automaticamente prorogato di anno in anno. Scaduti i primi due anni, non è pertanto richiesta la presentazione di una nuova richiesta ai fini della prosecuzione del rapporto di lavoro in regime di part-time. Devono essere invece esplicitamente richiesti il ritorno al tempo pieno o eventuali modifiche del proprio part-time. Prima della scadenza del biennio, eventuali domande in tal senso possono essere accolte sulla base di motivate esigenze ed anche in relazione alla situazione organica complessiva.

 

Il personale docente in  part-time deve adempiere (così come, di seguito, indicato) alle attività di carattere individuale e collegiale:

 

–  preparazione delle lezioni e delle esercitazioni; correzione degli elaborati; rapporti individuali con le famiglie, collegio dei docenti, attività di verifica iniziale e finale, informazione periodiche alle famiglie, svolgimento di scrutini ed esami, per un impegno di massima non superiore alle 40 ore annue(CCNL 2007 art. 29 comma 3 lettera a);
–  partecipazione ad attività collegiali relative ai consigli di classe, interclasse, intersezione, per un impegno di massima non superiore alle  40 ore annue. (CCNL 2007 art. 29 comma 3 lettera b).

 

Normativa di riferimento:

 

art. 6 del decreto-legge 28.3.1997, n. 79, convertito dalla legge 28.5.1997, n. 140
O.M. n. 446 del 22.7.1997 (trasmessa dalla C.M. n. 449 del 23.7.1997)
O.M. n. 55 del 13.2.1998 (trasmessa dalla C.M. n. 62 del 18.2.1998) di integrazione della predetta O.M. 446/97 nota prot. n. 1584 del 29.7.2005
Dlgs 15 giugno 2015, n. 81
CCNL 29.11.2007:art. 39 (personale docente) e art. 58 (personale ATA)
art. 73 del d.l. n. 112/2008 e art. 16 della l. n. 183/2010.
circolare n. 9 del 30.6.2011 del Dipartimento Funzione Pubblica

Feb 24

Ic Collecini-Giovanni XXIII, la Cisl Scuola di Caserta scrive al sindaco Marino

Di seguito il testo della lettera della Cisl Scuola di Caserta al sindaco Carlo Marino, e al dirigente dell’Uat provinciale Vincenzo Romano, sulla vicenda del plesso infanzia di Ercole dell’Ic Collecini Giovanni XXIII.

 

“La scrivente Organizzazione sindacale, in relazione alla situazione del plesso Infanzia dell’Istituto Comprensivo Francesco Collecini-Giovanni XXIII sito ad Ercole, in via San Francesco D’Assisi, esprime vicinanza e solidarietà al Consiglio di Istituto e alle famiglie danneggiate e fa appello all’Uat di Caserta perché si attivi nelle sedi opportune per scongiurare un epilogo che danneggerebbe innanzitutto i bambini.

La scrivente organizzazione sindacale invita il sindaco di Caserta Carlo Marino a farsi carico della soluzione di una vicenda che, per quanto complessa, non può risolversi semplicemente scaricando i disagi sui bambini e sulle loro famiglie, ed evidenzia come la questione configuri anche seri rischi di natura occupazionale.

In attesa di solleciti riscontri, la scrivente organizzazione sindacale si riserva di intraprendere ogni ulteriore atto nella sua disponibilità per salvaguardare i diritti dei bambini, delle loro famiglie e del personale scolastico coinvolto nella vicenda”.

 

Cordiali saluti

Maria Rosaria Manco

Segretario generale Cisl Scuola Caserta     

Feb 23

Cisl Scuola Caserta, Manco rieletta all’unanimità segretario generale

Maria Rosaria Manco riconfermata segretario generale della Cisl Scuola di Caserta. L’elezione, avvenuta all’unanimità, si è avuta al termine della due giorni congressuale svoltasi il 20 e 21 febbraio presso il San Leucio Resort di Caserta. Al congresso sono intervenuti tra gli altri il sindaco di Caserta Carlo Marino, l’onorevole Camilla Sgambato, deputato del Pd, Elio Formosa, segretario nazionale della Cisl Scuola, Piero Ragazzini, commissario della Cisl Campania e segretario confederale Cisl, Giovanni Letizia, segretario generale Cisl Caserta e Michele Zannini, presidente delle Acli Terra.  Con Manco fanno parte della nuova segreteria Antonio Di Tucci e Maria Incoronata Gargiulo. Eletti anche Esecutivo e Consiglio generale provinciali. Per scaricare la relazione presentata al congresso dal segretario generale cliccare qui.

Feb 23

Graduatorie d’istituto, quinta finestra: ecco cosa c’è da sapere

Quinta finestra per le graduatorie di istituto: il Miur comunica l’apertura delle funzioni Polis:
– per l’inserimento del titolo di specializzazione per il sostegno
– per la presentazione ON LINE del modello B ai fini della scelta delle sedi per l’inserimento nella   quarta coda della seconda fascia delle graduatorie di istituto (V finestra)
– per l’inserimento nelle code della seconda fascia relative ai nuovi insegnamenti dei Licei musicali e Coreutici

 

Le funzioni per l’acquisizione della scelta delle sedi (Mod. B) sono aperte fino alle ore 14 dell’8 marzo 2017

Presentazione ON LINE del modello B

La compilazione del modello B riguarda gli aspiranti che hanno dichiarato con il modello A3, inviato entro il 3 febbraio 2017,  di aver acquisito l’abilitazione entro il 1° febbraio 2017.

 

SEDI ESPRIMIBILI

 

Sono esprimibili le sedi relative all’anno 2016/2017

 

ASPIRANTI CHE NON SONO INSERITI NELLE GRADUATORIE DI ISTITUTO

 

Gli  aspiranti che non sono iscritti nelle graduatorie, possono scegliere 20 scuole, con il limite di 10 per la Scuola dell’infanzia e primaria, di cui massimo due circoli didattici (gli istituti comprensivi si considerano entro il limite di 10), della provincia in cui è ubicato l’istituto a cui è stato trasmesso il modello A3.
Il modello B dovrà essere indirizzato alla scuola a cui è stato trasmesso il modello A3.

 

ASPIRANTI CHE SONO GIA’ INSERITI NELLE GRADUATORIE DI ISTITUTO

 

-Fermo restando che le graduatorie costituite a decorrere dal 2014/2015 sono in scadenza, i     docenti che già figurano nelle graduatorie di qualsiasi fascia per insegnamenti diversi possono inserire o cambiare una o più istituzioni scolastiche della provincia di iscrizione SOLO per gli insegnamenti per i quali hanno chiesto l’inserimento nella V coda aggiuntiva della seconda fascia delle graduatorie di istituto (relativa alla Finestra temporale di febbraio 2017).
-Non è consentito cambiare le sedi ove risulti già impartito l’insegnamento per il quale si richiede l’inserimento nella Fascia aggiuntiva.
-L’aspirante che ha sostituito le sedi figurerà nella nuova istituzione prescelta, solo nelle graduatorie relative agli insegnamenti per i quali ha chiesto l’inserimento nella QUINTA coda aggiuntiva della II fascia delle graduatorie di istituto con il modello A3.
-Nel fac simile del  modello B allegato, sono riportate, alla nota  8, le principali  casistiche con relative istruzioni, corrispondenti alle diverse possibili situazioni in cui i supplenti possono venirsi a trovare rispetto agli eventuali cambiamenti delle sedi.
-Il modello B dovrà essere indirizzato alla scuola capofila scelta precedentemente che potrà anche eventualmente essere sostituita, ma che resterà per tutto il triennio di validità delle graduatorie il referente per il trattamento della posizione dell’interessato.
-Il sistema proporrà le scuole nelle cui graduatorie gli aspiranti risultano già inseriti che potranno essere confermate o cambiate con le scuole presenti al sistema nell’a.s. 2016/2017

 

ATTENZIONE: non è tenuto a presentare il modello B chi non cambia le scuole in cui è gia’ inserito.

 

LICEI MUSICALI E COREUTICI

 

-Per l’inserimento nelle code della seconda fascia relative ai nuovi insegnamenti dei Licei musicali e Coreutici è previsto un allegato specifico – modello B1 – da compilare in formato cartaceo in aggiunta al modello B.
-I docenti aventi titolo all’inclusione nella quinta coda aggiuntiva delle graduatorie di istituto di II fascia (Finestra temporale 1 febbraio 2017)  che hanno espresso tra le preferenze i Licei musicali per gli insegnamenti di cui all’allegato E del DPR 89/2010, dovranno compilare anche il modello B1 che dovrà essere spedito a mezzo raccomandata, PEC o consegnato a mano, sempre entro il termine del 8 marzo 2017 ad uno dei Licei musicali e/o coreutici indicati nel modello B trasmesso on line con Polis.
-I supplenti già inseriti in III fascia per gli stessi insegnamenti per i quali chiedono l’inserimento nella II fascia aggiuntiva, anche se intendono confermare i Licei Musicali precedentemente richiesti, è opportuno che presentino comunque il modello B1 non essendo le operazioni relative automatizzate.
non devono presentare il modello B1 gli aspiranti già inseriti in II fascia ivi comprese le fasce aggiuntive.

Feb 01

Contratto mobilità, ecco i punti principali dell’intesa

A seguito della sottoscrizione dell’ipotesi di contratto integrativo per la mobilità del personale scolastico nell’a.s. 2017/18 tra sindacati e Miur, avvenuta ieri, pubblichiamo un file sintetico e riepilogativo dell’intesa. Va sottolineato come l’accordo debba essere recepito da un’apposita ordinanza del Miur che regolerà le procedure per la presentazione delle domande. Per scaricare il file cliccare qui.

Gen 23

Cisl Scuola Caserta: da domani, 24 gennaio, al via i precongressi

La Cisl Scuola di Caserta celebra il suo quinto congresso provinciale il 20 e 21 febbraio 2017. Dal 24 gennaio e fino al 2 febbraio prossimi, si terranno quindi i precongressi per l’elezione dei delegati. In ogni congresso votano gli iscritti con delega Tesoro secondo l’ubicazione delle scuole di servizio nei distretti (cliccare qui per scaricare la convocazione) e gli iscritti con quota forfetaria in base alla loro residenza anagrafica (cliccare qui per effettuare il download).

Gen 23

Cessazioni dal servizio, novità per l’opzione donna

Pubblichiamo la nota MIUR prot. 2473 del 19/01/2017 con la quale, oltre a prorogare al 23 gennaio (oggi) il termine delle funzioni di Istanze on line per la presentazione delle domande di cessazione dal servizio,sono forniti i seguenti chiarimenti:

OPZIONE DONNA

I termini per la presentazione della domanda  di dimissioni per l’opzione donna con Istanze On Line sono stati fissati dal 27 gennaio al 28 febbraio 2017. I nuovi termini previsti per esercitare l’opzione donna riguardano esclusivamente le lavoratrici che non avendo maturato al 31 dicembre 2015 il requisito di età di 57 anni e 3 mesi non possono al momento presentare la domanda di cessazione per accedere alla pensione calcolata con il sistema contributivo dal 1° settembre 2017.

I nuovi termini derivano dal fatto che il MIUR, nella CM prot. 38646 del 7/12/2017, non aveva tenuto conto dell’abrogazione dell’incremento di tre mesi dell’età necessaria per accedere all’opzione, operata dalla legge di bilancio 2017.

Le lavoratrici che, avendo un’età al 31/12/2015 pari o superiore a 57 anni e tre mesi (e un’anzianità contributiva alla stesa data di 35 anni), hanno già presentato la domanda di cessazione con Istanze OnLine, non devono ripresentarla.

OTTAVA SALVAGUARDIA

Gli interessati devono presentare la domanda all’Ispettorato del lavoro competente entro il 2 marzo 2017

CUMULO DEI PERIODI ASSICURATIVI SENZA ONERI

La nota chiarisce che  i periodi per i quali la  legge di bilancio 2017 ha previsto il cumulo senza oneri sono utilizzabili per la pensione di vecchiaia e anticipata.

APE

La nota precisa che si è in attesa delle istruzioni da emanare con apposito DPCM e solo successivamente si potranno comunicare modalità e tempi per la presentazione delle istanze.

 

Post precedenti «